SUPERBONUS E L’AGENZIA DELLE ENTRATE

Tutto ciò che è necessario sapere per accedere al superbonus e le modalità e i termini per fruire delle agevolazioni alternative come lo sconto in fattura e la cessione del credito. Sono stati questi i contenuti dell’audizione alla Camera, presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria, del direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini.
Nel corso dell’audizione, Ruffini ha anche annunciato la imminente pubblicazione della Guida dell’Agenzia delle Entrate al superbonus 110% che conterrà una prima illustrazione informativa delle principali novità in materia di detrazioni introdotte dal Decreto Rilancio. La prossima settimana sarà invece pubblicata la circolare interpretativa. Ruffini ha ricordato le caratteristiche del superbonus 110%: l’orizzonte temporale dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021; gli interventi agevolati, cioè quelli che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti e quelli antisismici; i beneficiari che sono i condomìni, le persone fisiche che non fanno attività d’impresa, gli istituti autonomi case popolari, le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, gli enti del terzo settore e le associazioni sportive dilettantistiche. Il superbonus non spetta per interventi effettuati su unità immobiliari residenziali appartenenti alle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli). l bonus – ha sottolineato Ruffini – spetta sia per gli interventi “trainanti” (isolamento termico delle superfici opache che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria particolarmente performanti, interventi antisismici), sia per quelli “trainati” eseguiti congiuntamente (efficientamento energetico che dà diritto all’ecobonus, installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, installazione di impianti solari fotovoltaici). Se l’intervento realizzato può potenzialmente ricadere in diverse categorie agevolabili, il contribuente potrà avvalersi di una sola delle predette agevolazioni. Inoltre, se si realizzano più interventi riconducibili a diverse fattispecie agevolabili, il contribuente potrà fruire di ciascuna agevolazione, nell’ambito del rispettivo limite di spesa, a condizione che siano distintamente contabilizzate le spese riferite ai diversi interventi e siano rispettati gli adempimenti previsti per la singola detrazione. Aspettando l’emanazione della Guida al superbonus 110% e la pubblicazione di una sezione dedicata sul sito istituzionale e di una circolare interpretativa sugli articoli 119 e 121 del Decreto Rilancio.